Luciano Ligabue



Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF


Sample menu:


 

 







 

Il muro del suono


  Solm                  Fa               Do
Sotto gli occhi da sempre distratti del mondo
  Solm                  Fa               Do
sotto i colpi di spugna di una democrazia
  Solm                     Fa
c'è chi visse sperando e chi disperando
  Do
e c'è chi visse comunque morendo
  Solm                 Fa               Do
c'è chi riesce a dormire comunque sia andata comunque sia

  Solm                  Fa               Do
sotto gli occhi annoiati e distratti del mondo
  Solm                  Fa               Do
la pallottola è in canna in bella calligrafia
  Solm                     Fa
la giustizia che aspetti è uguale per tutti
  Do
ma le sentenze sono un pelo in ritardo
  Solm          Fa               Do
avvocati che alzano il calice al cielo sentendosi dio

  Solm                  Fa               Do
C'è qualcuno che può rompere il muro del suono
  Solm                  Fa               Do
mentre tutto il mondo si commenta da solo
  Solm                  Fa
il cerino sfregato nel buio
Do
fa più luce di quanto vediamo
  Solm                  Fa               Do     Solm Do Solm Do
c'è qualcuno che può rompere il muro del suono

  Solm                  Fa               Do
sotto gli occhi impegnati in ben altro del mondo
  Solm          Fa               Do
ogni storia è riscritta in economia
  Solm                  Fa
con i pitbull mollati a sbranare per strada
        Do
e coi padroni che stanno fumando
  Solm                  Fa               Do
chi doveva pagare non ha mai pagato l'argenteria

  Solm                  Fa               Do
C'è qualcuno che può rompere il muro del suono
  Solm                  Fa               Do
mentre tutto il mondo si commenta da solo
  Solm                  Fa
il cerino sfregato nel buio
Do
fa più luce di quanto vediamo
  Solm                  Fa
c'è qualcuno che può rompere
   Do
il muro del suono...del suono...del suono...

Solm Fa Do Solm Fa Do Solm Do Solm Do Sol Fa Do

  Solm                  Fa               Do
sotto gli occhi comunque distratti del mondo
  Solm        Fa               Do
si rovesciano al centro e in periferia
  Solm                  Fa
il vampiro non cambia pistola alla tempia
Do
non chiede scusa per tutto quel sangue
  Solm            Fa               Do
chi doveva pagare non ha mai pagato per la carestia
  Solm                  Fa               Do
chi doveva pagare non ha mai pagato l'argenteria
  Solm           Fa               Do     Stop
chi doveva pagare non ha mai pagato..

  Solm                  Fa               Do
C'è qualcuno che può rompere il muro del suono
  Solm                  Fa               Do
mentre tutto il mondo si commenta da solo
  Solm                  Fa
il cerino sfregato nel buio
Do
fa più luce di quanto vediamo
  Solm                  Fa
c'è qualcuno che può rompere
  Do  	                                 Solm Do Solm Do
il muro del suono...del suono...del suono...